Dovresti evitare i cereali nel cibo per cani?

'Grain' sembra essere la parola 'sporca' di cinque lettere del mondo del cibo per cani. Menziona che dai da mangiare al tuo cane dei cereali e potresti essere ostracizzato da alcuni forum o gruppi di Facebook. Il fatto è che ogni cane è un individuo e nessuna dieta è adatta a un'intera specie. I cereali nel cibo per cani sono problematici per alcuni cani? Assolutamente. Altri fanno bene con diete che contengono alcuni cereali? Scommetti.



Diamo un'occhiata più da vicino a cereali e cani in modo che tu possa prendere la tua decisione su cosa è meglio per il tuo compagno canino.

Primo: cosa sono i cereali?

I cereali sono i semi delle erbe, chiamate colture di cereali, coltivate come cibo. Sono carboidrati complessi costituiti da amido (lunghe catene di molecole di zucchero) e fibre. Durante la digestione, l'enzima amilasi scompone gli amidi in zuccheri semplici, come il glucosio, per essere utilizzati dall'organismo come energia. La fibra nei cereali integrali è indigeribile ma fornisce alcuni benefici per la salute. Alcuni cereali contengono glutine, una controversa proteina vegetale, mentre altri sono privi di glutine.



I più comuni sono:

Cereali contenenti glutine

Grano



Grano. Fotografia rasilja | Thinkstock.

  • Orzo
  • Segale
  • Farro
  • Grano

Cereali senza glutine

Riso.

Riso. Fotografia mtphoto19 | Thinkstock.

  • Mais
  • Avena (assicurati che siano etichettati come 'senza glutine certificato', poiché il glutine può insinuarsi durante la lavorazione)
  • Riso

Una categoria separata chiamata 'pseudo-grani' comprende i semi di piante o arbusti a foglia larga e cespugliosi piuttosto che le erbe.

Questi includono:

Quinoa.



Quinoa. Fotografia mayakova | Thinkstock.

  • amaranto
  • Grano saraceno
  • Nazione
  • quinoa
  • Teff

Il riso selvatico non è realmente riso ma in realtà un'erba acquatica. I cereali possono essere 'interi' o 'raffinati'.

I cereali integrali hanno l'intero seme lasciato intatto, tra cui:

  • Crusca. Lo strato esterno o guscio ricco di fibre dure del seme. Ricco di vitamine del gruppo B e oligoelementi.
  • Germe. Il nucleo del seme, o embrione. Contiene vitamina E, vitamine del gruppo B, antiossidanti, grassi vegetali.
  • Endosperma. La parte più grande del seme. Contiene carboidrati amidacei e alcune proteine.

Ai cereali raffinati è stata rimossa la crusca e il germe del seme, lasciando solo l'endosperma amidaceo. I cereali raffinati sono meno nutrienti dei cereali integrali e aumentano la glicemia più velocemente. Il riso integrale è un chicco intero, mentre il riso bianco è raffinato.

I cani possono digerire i cereali?



Sì, i cani possono digerire i cereali. Sebbene i cani non producano amilasi salivare, producono amilasi pancreatica, consentendo loro di digerire gli amidi. L'ultima ricerca sul DNA mostra che la maggior parte delle razze canine moderne viene fatta risalire ai cani europei di circa 7.000 anni fa. Questo è lo stesso periodo in cui sono sorte le società agricole e i cani avrebbero mangiato gli scarti dei raccolti degli agricoltori, tra cui mais, patata dolce, patata bianca, grano e riso. Questa storia agraria potrebbe spiegare perché i cani moderni hanno più copie dei lupi del gene AMY2B necessarie per produrre l'amilasi pancreatica. Questo gene è anche 28 volte più attivo nel pancreas dei cani rispetto ai lupi.

Perché nutrire i cani con i cereali?

I cani possono sintetizzare il glucosio per produrre energia dai grassi e dalle proteine ​​nella dieta; tuttavia, questo non significa che i grani non servono a niente. Ecco alcuni vantaggi dei cereali dietetici:

  • La fibra dei cereali integrali può aiutare a regolare il sistema digestivo, servire da cibo per i batteri buoni dell'intestino ed eliminare le tossine dal corpo.
  • La fibra solubile, come quella che si trova nell'avena, aiuta a stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue, controllare il colesterolo e migliorare l'assorbimento dei nutrienti.
  • I cereali integrali forniscono una miriade di vitamine e minerali.
  • I cereali possono ridurre il contenuto calorico di una dieta fornendo fibre sazianti, utili per la riduzione del peso.
  • L'energia a base di carboidrati dai cereali apporta benefici ai cani con determinate condizioni mediche, come quelli con malattie renali o epatiche che richiedono una dieta a basso contenuto di proteine ​​o quelli con pancreatite e malattie intestinali che richiedono una dieta a basso contenuto di grassi.
  • Secondo la medicina tradizionale cinese, i cereali integrali rafforzano l'energia del corpo, o qi, e il sangue.
  • I cereali forniscono una fonte di energia economica nelle diete preparate in casa.

Come ottenere il massimo dai cereali nel cibo per cani:

Immergere i cereali in acqua prima della cottura aiuta a ridurre gli anti-nutrienti.

Immergere i cereali in acqua prima della cottura aiuta a ridurre gli anti-nutrienti. Fotografia aetb | Thinkstock.

  • Mettere a bagno i cereali per almeno 12 ore prima della cottura per ridurre gli anti-nutrienti come l'acido fitico, che si lega a determinati minerali e può ridurne la disponibilità.
  • Cuocere bene i cereali per ridurre ulteriormente gli anti-nutrienti e aumentare la digeribilità.
  • Seleziona il tipo di grano che si adatta alle esigenze del tuo cane. I cereali integrali sono più nutrienti e non aumentano lo zucchero nel sangue come i cereali raffinati; tuttavia, non sono adatti a tutti i cani. I cani con problemi gastrointestinali tipicamente digeriscono il riso bianco meglio di quello integrale, mentre i cani con malattie renali dovrebbero evitare il riso integrale a causa degli alti livelli di fosforo.
  • Evita il mais, il grano e tutti i cereali contenenti glutine.
  • Non somministrare mai cereali geneticamente modificati (OGM).
  • Optare per 'pseudo-cereali' più nutrienti, come il grano saraceno o la quinoa.
  • Evita gli alimenti che si basano sui cereali come sostituti di proteine ​​animali di alta qualità.
  • Lascia che le esigenze individuali del tuo cane determinino se e quanto cereali includere nella dieta.

Problemi con i cereali nel cibo per cani

I problemi sorgono quando i cereali sostituiscono proteine ​​animali di alta qualità. Il mais e il grano - due dei cinque principali ingredienti noti per causare sensibilità alimentare nei cani - sono talvolta usati al posto di proteine ​​animali più biodisponibili nel cibo per cani. Il glutine è stato implicato nel contribuire a una varietà di problemi di salute infiammatori. Ad esempio, i setter irlandesi del Regno Unito sono predisposti all'enteropatia sensibile al glutine, una condizione simile alla celiachia negli esseri umani.

Per evitare problemi, i cereali dovrebbero essere considerati nel loro contesto appropriato - come carboidrati - e utilizzati in modo appropriato.

La linea di fondo sui cereali nel cibo per cani

A meno che un cane non soffra di intolleranze ai cereali o di malassorbimento dei carboidrati, una piccola quantità di cereali senza glutine può servire come parte di una dieta sana.

Dicci:Dai da mangiare ai cereali del tuo cane o li eviti? Cosa ne pensi dei cereali nel cibo per cani?

Questo pezzo è stato originariamente pubblicato nel 2017.

Miniatura: Fotografia androsov58 | Thinkstock.

i cani possono essere bilingue

Diana Laverdure- Dunetz, MS, è una nutrizionista canina e coautrice, con W.Jean Dodds, D.V.M., di due libri, tra cui Canine Nutrigenomics: la nuova scienza per nutrire il tuo cane per una salute ottimale. Il loro corso online, Complete Canine Nutrition, può essere trovato su myhealthydog.dog.

Nota dell'editore:Questo articolo è apparso sulla rivista Dogster. Hai visto la nuova rivista cartacea Dogster nei negozi? O nella sala d'attesa dell'ufficio del tuo veterinario? Abbonati ora per ricevere la rivista Dogster direttamente a te!